martedì 24 giugno 2008

SIMONE CHECCONI – Consigliere CCRR Cologno Monzese

07-05-08

Ciao sono Simone. Sono un Consigliere del CCRR di Cologno Monzese (MI). Alcuni di noi hanno intrapreso questo viaggio di istruzione per iniziare anche nel nostro piccolo a entrare nel mondo della politica, ma anche per fare nuove amicizie con altri Consiglieri e Sindaci.
Già l’esperienza in treno ha formato nuove amicizie.

08-05-08

La mattina di giovedì 8 maggio dopo esserci preparati ci siamo recati al chiostro di San Domenico per un incontro con il Sindaco di Macerata e di San Severino Marche. All’inizio dell’incontro abbiamo cantato l’inno di Mameli e l’Inno della gioia. Il Sindaco di San Severino ha poi dato il suo benvenuto e ha fatto un discorso seguito dal Prefetto di Macerata. Il Prefetto ha sottolineato che in questa età si entra nel mondo degli adulti e delle responsabilità. Ha poi voluto rassicurarci perché cui ha visti un po’ allarmati.
È stato poi il turno della Garante dei minori che ha parlato del comportamento che si manifesta in questo periodo di crescita. Anche lei era d’accordo sul fatto che a questa età è opportuno cominciare a fare parlare i ragazzi e a tenere conto dei loro diritti e dei loro doveri. Dopo la Dottoressa ha dato un consiglio a tutti noi: usare e cercare le nostre risorse personali mettendole a servizio degli adulti “Nulla educa alla Democrazia se non l’esercizio della Democrazia” e “Se adempiamo ai nostri doveri non dobbiamo andare lontano a cercare i nostri diritti!”. Queste sono state le parole con cui si è congedata.
Dopo ha parlato il Sindaco junior di San Severino Marche, Andrea Cruciani. Ha elencato tutte le loro proposte già realizzate e dopo di lui tutti i sindaci, assessori e consiglieri dei CCRR di tutta Italia.
Alla fine della mattinata sono stati ringraziati personalmente tutti i partecipanti.
Nel pomeriggio sono stato messo nel gruppo delle relazioni della pre-adolescenza. Abbiamo parlato del perché si litiga con i genitori, del disagio con la famiglia, della differenza tra amici e compagni di classe, delle relazioni con i professori e di come migliorarle. Abbiamo visto, quindi, come le relazioni in questo periodo cambino e che si possano migliorare. Poi siamo passati all’argomento “Disagio Giovanile”. Abbiamo quindi elencato i disagi che si hanno con:

Genitori;
Compagni di classe;
Amici;
Gruppo;
Classe.

Esistono anche diversi disagi causati dalle tempeste ormonali. Il rimedio è il consiglio.
Molte persone chiedono aiuto agli amici, altri ai genitori, altri ai fratelli nel mondo della pre-adolescenza ci sono molte delusioni di tipo sportivo, scolastico….
Ma i disagi peggiori riguardano:

Bullismo (imbrattare i muri, attaccare in gruppo…);
Il fumo (ci si crede forti, si diventa violenti)
La droga (Maryuana, Ashes)

Il bullismo nasce dalla voglia di farsi notare e perché non si riesce a relazionarsi con gli altri.
Il fumo porta delle conseguenze molto brutte, come la caduta dei capelli, l’abbassamento della statura, ingiallimento dei denti, lacerazioni dei polmoni…
Un altro problema giovanile è il bere, di solito si devono alcolici ma anche superalcolici. Fra le cause, ad esempio:
Per farsi vedere;
Per divertirsi;
Per dimenticare qualche fatto;
Per incoscienza;

Alcune reazioni all’alcool possono essere:

Si barcolla;
Si vomita;
Si piange;
Si canta;
Si ride;

Bere comunque non è l’nico modo per divertirsi; ci siono altri modi quali:

Far battute con gli amici;
Ballare;
Corteggiare;
Giocare tra amici;
Nuotare;
Passeggiare;
Suonare;
Leggere;
Pitturare;
Fare shopping;
Fare sport

Soluzioni per non fare incidenti stradali:

Chi guida non deve bere;
Si possono usare i taxi;
Si possono usare i mezzi pubblici;
Bisogna bere molto poco.

La sera del giovedì abbiamo assistito al concerto degli “Ambaradam” un gruppo che è arrivato secondo ad un concorso musicale a Macerata. Prima del concerto ha parlato un giornalista che ci ha raccontato la storia di Ernesto Teodoro Moneta. Giornalista del 1800 che ebbe il Premio Nobel per la pace dopo aver combattuto al fianco di Garibaldi. L’idea che con la guerra non si risolve niente gli venne quando, sempre al fianco di Garibaldi, perse la battaglia di Custozza contro gli austriaci. Appena hanno cominciato a suonare la sala si è svuotata. Prima della fine del concerto ce ne siamo dovuti andare dalle nostre famiglie per cena. Il concerto faceva schifo, ma talmente schifo che alla fine del concerto c’erano (e le ho contate) quattro persone.
La cena in famiglia è stata buonissima: hanno preparato le olive ascolane, la crema fritta e la bistecca con il ketjup, la maionese, la senape e il limone. Dopo cena abbiamo visto il telefilm dei Cesaroni fino alla fine.

09-05-08

L’indomani mattina ho fatto colazione e mi sono recato a San Domenico come il giorno precedente per la premiazione di alcuni comuni che dovevano andare via. Quella stessa mattina sono arrivati nuovi CCRR. Ha iniziato a parlare Bucciarelli, il Presidente del Consiglio Regionale delle Marche che ha parlato della tutela degli adolescenti ma anche dei più piccoli. Ha spiegato che se un ragazzo non ha una figura di riferimento da guardare e a cui chiedere consiglio può iniziare a percorrere strade sbagliate. La parola è stata poi data al nipote di Teodoro Ernesto Moneta. Anche lui ha parlato di suo nonno, ma ha voluto sottolineare maggiormente il carattere ( a 16 anni aveva falsificato la carta di Identità per andar in guerra). Tornato dalla guerra si rese conto che la stessa è la più grande stupidata della vita. Poi, a 70 anni sfidò un suo avversario che affermava che lui non faceva la guerra per paura e lo uccise. Un altro fatto: Teodoro era il primo figlio e quindi era il più coccolato rispetto a suo fratello, così ogni sera, quando tutti andavano a letto lui andava a coccolarlo.
Dopo il racconto la parola è stata data al Sindaco di San Severino che ha ribadito i concetti precedentemente detti. Si è avvicinato il tempo dl break, alle 11:00. Ci siamo riposati prima di assistere allo spettacolo teatrale del gruppo “La Pulce” di Piacenza. Lo spettacolo è stato bellissimo: hanno parlato molto comicamente dei problemi causati dall’alcool, dei provvedimenti riguardanti l’alcool e dei danni che causa. Alla fine c’è stato un dibattito: ogni ragazzo poteva scrivere su un foglio una domanda o un suo pensiero e consegnarlo a quelli dello spettacolo che avrebbero risposto al pubblico. I biglietti erano anonimi. Il dibattito è stato interessante e molo movimentato. L’ultima frase con cui si sono congedati è stata “non si beve per diventare grandi, ma è da grandi decidere di non bere”. Alla fine del dibattito siamo andati a pranzare nella solita mensa scolastica, dove il pranzo è stato accettabile. Finito di pranzare ci siamo recati a San Domenico per i soliti gruppi pomeridiani.
Per iniziare abbiamo fatto un ripasso della volta precedente e poi la coordinatrice del gruppo ci ha chiesto come eravamo arrivati qui, del come abbiamo fatto per eleggere i Consiglieri…. Dopo abbiamo parlato degli atteggiamenti dei compagni e di professori riguardo ai ragazzi “di colore”. Poi l’organizzatrice ha fatto raccontare ad un ragazzo che veniva dal Marocco le sue esperienze appena arrivato in Italia, delle domande che si è posto prima di arrivare qui in Italia.
Dopo siamo passati al discorso fumo come la volta precedente. La coordinatrice ha poi elencato le sostanze contenute in una sigaretta:
Nicotina (per la dipendenza);
Catrame (per la combustione);
Tabacco (per il sapore);
Poi siamo passati alle cause e alle conseguenze del fumo e delle sigarette.
Infine siamo passati ai pensieri sul fumo..
Finita la discussione, abbiamo finalmente giocato e dopo mezzora è ricominciato il lavoro in aula magna. Dopo il discorso della coordinatrice scolastica i vari gruppi pomeridiani hanno esposto il loro lavoro fatto. Un esponente volontario alla volta ha raccontato il programma riassuntivo del proprio gruppo. Finita la presentazione siamo andati in famiglia per cenare. La cena è stata molto veloce perché dovendo andare al torneo di calcetto non abbiamo avuto il tempo fare niente se non mangiare e prepararci. Dopo cena, circa alle 20:00 ci siamo recati al palazzetto dello sport del paese per giocar la partita della Costituzione Italiana. Siamo stati suddivisi in 8 squadre, dove ognuno si è scelto il ruolo preferito. Io ero nella squadra numero 1. La prima partita l’abbiamo giocata e vinta contro la squadra n°2. (le squadre si sono scontrate per estrazione).
La seconda partita per i quarti di finale l’abbiamo persa contro la squadra n° 5 (2-0). Dopo c’è stata la partita della Costituzione contro gli adulti, finita 3-3. Alla fine della partita siamo andati, io e il ragazzo che mi ha ospitato, siamo andati a mangiare il gelato in una gelateria buonissima. Dopo il padre del mio ospite, Roberto, mi ha portato a vedere San Severino dall’alto: è stata un’esperienza elettrizzante perchè Roberto andava a tutta bira in salita, facendo sforzare il motore. Tornati a casa mi sono fatto la doccia e sono andato a letto.

10-05-08

L mattina del 10 maggio, dopo esserci nuovamente preparati e fatta la valigia, ci siamo recati alla scuola. La coordinatrice ci ha fatto visitare un po’ la scuola ed il museo del territorio. Poi siamo andati a San Domenico dove ci sono stati molti ringraziamenti ai ragazzi (quindi anche a noi9 da parte di vari assessori. Dopo un Assessore ha parlato del giudice Borsellino, ucciso dalla mafia perché l’aveva combattuta. Infine ha detto che Borsellino ha lasciato un messaggio al suo collega Falcone: diceva che la mafia ra una cosa negativa da combattere, che se non si fosse fermata avrebbe fatto danni. Poi ha parlato dei problemi dello stato italiano, di come si può migliorare.
Intanto erano le 11:20. Finito il discorso del Presidente del Consiglio della Provincia delle Marche, la direttrice ha dato la parola alle scuole di Macerata arrivate il venerdì sera . Ogni scuola ha spiegato il programma dell’anno e dei lavori passati. Dopo le presentazioni c’è stata la premiazione delle prime 3 squadre che hanno vinto al torneo della Costituzione. Poi un ragazzo ha spiegato la sua esperienza nel giocare a pallavolo e ci ha consigliato di utilizzare prodotti per pomparsi nello sport.
Intanto alcune scuole sono andate via e altre sono arrivate facendo il loro discorso. Molti consiglieri hanno fatto delle domande agli assessori di San Severino Marche. Intanto erano arrivate le 12:00. Molte domande sono state fatte al giocatore di pallavolo, ma anche al Presidente.

TOMMASO MORELLI – Consigliere CCRR Solaro

07-05-08

Ore 17:30 = Siamo nel secondo treno diretto a San Severino Marche, ci stiamo divertendo un sacco. All’inizio della partenza eravamo tutti emozionati per la partenza. La stazione centrale era piena di piccioni e di bar.
Da questo viaggio mi aspetto tante belle cose.

08-05-08

Oggi dovevamo esporre davanti ad alcuni Consiglieri, Assessori e Sindaci di alcune città italiane per spiegare di cosa si occupano i CCRR. Dopo abbiamo lavorato in alcuni gruppi, io sono andato nel gruppo n° 8. Ci hanno raccontato la storia di un giornalista che ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace, che si chiamava Teodoro Onesto Moneta. Dopo abbiamo sentito una band musicale suonare.
Credo che domani mi aspetteranno tante belle cose da vedere e ascoltare.

09-05-08

Oggi siamo sempre stati allo stesso posto di ieri ma oggi c’erano altre cose. Ad esempio è arrivato il nipote di Moneta, Luciano Moneta. Tra poco vedremo uno spettacolo teatrale.
Domani è il giorno in cui si deve ritornare a casa e spero che sia un ritorno tranquillo e felice.

CLAUDIO COMIZZOLI – Consigliere CCBB Cesano Boscone

07-05-08

Da questa esperienza che sto iniziando oggi finirà sabato mi aspetto:

Una casa da urlo;
Una piscina;
Una bella esperienza molto divertente.

08-05-08

Oggi ho partecipato ad un dibattito e dopo siamo stati divisi in gruppi di discussioni. Durante questa giornata mi sono divertito molto e sono anche salito sul palco per rappresentare il Consiglio Comunale dei Bambini e delle Bambine di Cesano Boscone, ero tutto rosso!!
Durante il gruppo abbiamo parlato di bullismo, droga, furto e bere. Con sincerità, posso dire di avere dormito durante l’ultimo quarto d’ora.

MATTIA SEVERGNINI – Sindaco CCRR Robecco sul Naviglio

07-05-08

Il viaggio è stato divertente anche se un po’ lungo. Da questa esperienza mi aspetto divertimento assoluto e una bella casa con delle belle persone.

08-05-08

Siamo nel gruppo 4, ci siamo presentati e abbiamo discusso dei primi 12 articoli della Costituzione Italiana. Questi articoli sono indispensabili:

Il lavoro è la cosa indispensabile;
In Italia si possono fare tute le leggi che si vuole;

09-05-08

Abbiamo parlato della religione e dei suoi significati. Mi sono offerto per leggere davanti a tutti le nostre opinioni sui primi 12 articoli della Costituzione Italiana. Abbiamo parlato delle modalità di elezione dei vari CCRR.

10-05-08

Durante la mattinata ho conosciuto il giocatore della Lube Marche pallavolo, venuto a raccontare la sua storia. Abbiamo parlato con il Presidente del Consiglio Regionale delle Marche del problema della mafia ricordando Aldo Moro e Falcone. Abbiamo letto le relazioni dei gruppi di lavoro e gli adulti hanno premiato i vincitori del torneo di calcetto a 6 tenutosi ieri sera al palazzetto dello sport di San Severino, dove il Sindaco che la preside della scuola media di San Severino hanno dato il calcio di avvio.
Abbiamo salutato le famiglie che ci hanno ospitati e siamo partiti con il treno.
Durante il viaggio mi sono divertito e poi ho salutato i miei amici con la speranza di poterli rincontrare.

lunedì 12 maggio 2008

ANDREA POZZATI – Presidente CCRR Cologno Monzese

07-05-08

Ciao sono Andrea. Oggi, mercoledì 07/05/08 sono partito per le Marche con i Consiglieri Comunali della Provincia di Milano. Ho trovato quattro nuovi amici. Quello con cui ho più legato si chiama Federico, dopo ho legato con Claudio, Marco ed Andrea. Il primo treno è stato l’eurostar dove, da Milano, siamo arrivati ad Ancona e ora stiamo andando a San Severino Marche dove mangeremo. Specialità culinarie tipiche delle Marche.

08-05-08
Il gruppo 8 si occupa delle riflessioni e proposte dei Consigli Comunali dei Ragazzi e delle Ragazze.

Riflessioni

Durante le elezioni dei CCRR ogni ragazzo può autocandidarsi e fare un piccolo discorso. Spesso si viene eletti grazie alle preferenze dei compagni di classe. Quello che ottiene più voti vince.

Cose in più svolte dai CCRR

Istituzione di nuove regole per una migliore convivenza;
Attività contro la schiavitù e i problemi italiani soprattutto del passato;
Miglioramento dei luoghi pubblici;
Migliorare il giardino delle scuole con porte da calcetto o canestri di vari misure in base alla grandezza dei bambini;
Allestimento di un centro sociale giovanile per far socializzare i ragazzi con gite o tornei;
Giornate ecologiche;
Ripitturare l’interno delle scuole;
Feste per migliorare la scuola;
Volantini per incitare i cittadini a rispettare le buone regole di cittadinanza;
Progetti ambientali sul risparmio energetico.

Alcuni CCRR hanno dei soldi a disposizione da gestire per i loro progetti, altri invece presentano i progetti al Comune che se aderisce fornisce i soldi necessari per la realizzazione.

Cosa si può realizzare negli anni seguenti?

Togliere le scritte dai muri fatte dai vandali;
Installazione pannelli solari;
Raccolta differenziata;
Ristrutturare impianti sportivi;
Piste ciclabili;

Perché hai scelto di fare il Consigliere?

La maggioranza dei Consiglieri presenti ha risposto che fare il Consigliere è molto bello.

09-05-08
Parliamo al congresso dei problemi sanitari e dei morti per questo problema. Poi parliamo del non rispetto dei diritti dei bambini da alcuni stati. Infine cerchiamo una soluzione a tutti questi problemi.

Il Sindaco di San Severino Marche dice che se apprendiamo da piccoli tutte queste informazioni importanti, da grandi ci potrà essere una società migliore. Si parla anche dei problemi psicologici dei bambini che crescono senza parenti.

Teodoro Moneta parlava dell’importanza dell’insegnamento ai bambini perché li rende gli adulti del futuro.
Teodoro Moneta andò a combattere con Garibaldi a 17 anni falsificando i propri documenti. I prigionieri non li torturava ma cercava sempre di parlarci. Capì che l’uomo forte è quello che usa le parole. Dice che prima si cerca di mediare e discutere e che si arriva a combattere solo e solamente se non si arriva ad una soluzione comune.

ANDREA CARONNO – Sindaco CCRR Solaro

07-05-08

Caro diario,
oggi sono partito per San Severino Marche, in Provincia di Macerata, un paesello tranquillo delle Marche. Siamo partiti in 5 provenienti da Solaro, ma una volta sul treno abbiamo conosciuto dei ragazzi provenienti da Cologno Monzese, Cesano Boscone e Ribecco sul Naviglio. Ho fatto nuove amicizie tra cui Marco, un simpatico ragazzo e suo fratello gemello Claudio, un pazzo per eccellenza, Matia un ragazzo con cui ho una passione in comune: il calcio. Quando siamo arrivato ad Anconasiamo saliti su un piccolo treno che ci ha portato a San Severino Marche. Quando arriveremo ci divideranno nelle famiglie, spero che capiteremo in una buona famiglia. Mi aspetto di conoscere altrui amici e di fare una bella esperienza.

08-05-08
CCRR: PROPOSTE E RIFLESSIONI.

Alcuni Consigli Comunali degli adulti danno un budget da 1000,00 a 4000,00 euro per realizzare i progetti dei CCRR.
Molti hanno utilizzato la lista unica per votare la propria giunta comunale e molti hanno organizzato delle giornate ecologiche.

Proposte:

Mettere in tutte le scuole d’Italia dei pannelli fotovoltaici;
Promuovere la raccolta differenziata;
Nuovi sport e nuove attrezzature sportive nei palazzotti;
Piste ciclabili e pedibus nelle varie Regioni;
Giochi gonfiabili per il divertimento dei più piccoli;
Cura dell’ambiente e assistenza delle persone anziane e disabili.

sabato 10 maggio 2008

FEDERICO VOLPI – Consigliere CCRR Solaro

07-05-08

Ciao, sono Federico e sono un Consigliere del CCRR. Il viaggio per ora è andato tutto benissimo perché è passato velocemente e ho conosciuto nuovi amici di altri paesi. Mi sono divertito moltissimo con loro e abbiamo giocato a carte e chiacchierato tutto il tempo. Quando mi hanno scelto per partecipare a questa “gita” sono stato molto contento perché penso che questa sia un’esperienza bellissima. Abbiamo viaggiato sull’eurostar fino ad Ancona, poi abbiamo preso il treno normale e tra circa 1 ora e mezza arriveremo a San Severino.

FABIOLA COCCHIARARO – Vicepresidente CCRR Cologno Monzese

07-05-08

Siamo partiti da Milano e come meta avevamo San Severino Marche. Il primo treno che abbiamo preso è stato l’euro star: comodo, lungo e soprattutto molto lungo. Poi abbiamo preso un secondo treno ad Ancona. Le mie opinioni sul secondo treno? Solo tre parole: piccolo, scomodo e … un po’ vecchietto. Manca ancora più di un’ora. Da questi tre giorni che trascorrerò fuori casa so che saranno molto impegnativi ma con qualche momento di svago.

08-05-08

Oggi dovevamo esporre davanti a tutti i consiglieri di tutta Italia i nostri progetti. Io dovevo parlare e avevo una tale paura!!! Ma con me doveva parlare anche Andrea Pozzati, che secondo me aveva molta paura anche se non lo dimostrava. Quando ho finito di parlare mi sono tranquillizzata. Dopo aver mangiato in una mensa scolastica ci siamo divisi in gruppi con gli altri ragazzi d’Italia. Il mio gruppo parlava dei dodici articoli della Costituzione ITALIANA. Li abbiamo letti e commentati. La professoressa che ci faceva “lezione” parlava troppo e con un linguaggio per ragazzi di terza media e… sinceramente… io a volte non riuscivo proprio a seguirla.
Abbiamo finito alle 17:00 e siamo andati a sentire una band suonare. I loro strumenti sono: una batteria verde brillante, tre chitarre normali con colori brillanti, uno strumento che sembra una tromba enorme all’ingiù… non mi ricordo come si chiama!!! Poi c’è un’armonica moderna. Prima del concerto il Professor Teodetti ci ha raccontato la storia di Teodoro Moneta Ernesto che ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace. Ernesto per un certo periodo della sua vita non è stato un pacifista ma dopo è diventato un grande giornalista.
Poi la band ha suonato ed è stato bellissimo. Quello che suonava il flauto continuava a muoversi… che nervi!
Spero che domani sia una giornata fantastica!!!!
09-05-08
Oggi mi sono svegliata presto. Siamo andati al chiostro di San Domenico. Adesso dovremmo sentire qualcuno che parla e poi finalmente facciamo il BREAK. Finalmente perchè ieri non lo abbiamo fatto. Poi c’è un dibattito e poi andiamo a magnà (mangiare). Poi non so cosa c’è.

Dopo il break hanno fatto uno spettacolo sull’alcool. A me è piaciuto molto e mi ha fatto ragionare su un argomento a cui non avevo mai pensato. Mi ha anche dato dei consigli sul futuro. Per spiegare il problema dell’alcool hanno reso il tutto molto comico. Poi siamo andati a mangiare. Ci siamo riuniti di nuovo per fare i gruppi come ieri ma non sappiamo di che argomento parleremo… ah si… il mio gruppo si occupa dei 12 articoli della Costituzione italiana, cioè dobbiamo leggerli e poi commentarli. Ma ieri li abbiamo già letti e commentati quindi non so cosa faremo oggi.

Ci mancavano due articoli da leggere. Dopo averli letti la professoressa ci ha detto di spiegare come è il CCRR nella nostra scuola. Io non ho più avuto paura di parlare.

LAURA RIGOTTI – Assessora CCRR Solaro

07-05-08

Siamo partiti dalla stazione centrale di Milano, eravamo gasati, per alcuni (me compresa) era il primo viaggio senza i genitori. Il primo treno (eurostar) che abbiamo preso era molto bello mentre il secondo era caldo e lento: faceva un sacco di fermat. Durante il viaggio abbiamo giocato con il game boy, abbiamo letto, abbiamo mangiato, scritto, disegnato, giocato, riso e chiacchierato.
Da questi giorni mi aspetto di conoscere i problemi degli altri bambini e ragazzi e mi aspetto di farmi nuovi amici e nuove amiche.
Comunque il viaggio è stato abbastanza tranquillo e mi sono divertita.

08-05-08

Appunti: LA PACE

La Pace è:

Sapere gestire un conflitto;
Amore;
Amicizia;
Non approfittare dei deboli;
Rispetto reciproco;
Assenza di guerra;
Aiuto reciproco;
Accettare il diverso;
Non dovremmo litigare ma accettarci.

Molte volte escludiamo gli stranieri senza ragione solo perché magari il colore della pelle è diverso. Il bullismo è anche spargere voci non vere per escludere le persone. Se una persona la pensa in modo diverso non dobbiamo vederla come un nemico ma come un avversario, cioè una persona con cui si compete ma che si rispetti. Gestire i conflitti non è facile ma è importantissimo. I motivi per litigare sono molti. In Italia oramai ci sono molte persone straniere, e noi dobbiamo confrontarci con loro e non umiliarle perché sono diverse. Per essere trattati bene dobbiamo prima di tutto essere noi a trattare bene gli altri, come dice il detto: “non fare agli altri ciò che non vorresti sia fatto a te” .
Ogni persona deve essere rispettata sempre e comunque. La pace non è solo assenza di guerra. Per costruire pace dobbiamo cominciare a rispettare le regole, le regole non piacciono quasi mai a nessuno ma sono indispensabili.
Ci sono molte iniziative per aiutare a costruire un mondo di pace: adozione a distanz, camera d’ascolto, volontariato, raccogliere fondi per donarli ai bisognosi, regalare vestiti, scarpe che non vanno più bene a noi….

09-05-08

Appunti sulla PACE

Abbiamo letto una favola che parla di due porcospini e abbiamo colto questi messaggi:

Rispettare gli spazi degli altri;
Aver fiducia;
Trovare sempre un accordo.

ANITA RESTELLI – giornalista di Robecco sul Naviglio per il CCR Magazine

07-05-08
Oggi è stata una giornata importante perché sono partita per San Severino Marche. Il ritrovo è stato alle 12:30 in stazione centrale a Milano per partire con il treno delle 13:05. Ci siamo sparati tre ore e quindici minuti di treno. Ci siamo divertiti da matti. Abbiamo aspettato ad Ancona l’altro treno che ci ha portato a San Severino Marche. Mi aspetto ch eequesto viaggio sia emozionante e ricco di nuove conoscenze.

08-05-08

Durante i gruppi di discussione ho affrontato la tematica del bullismo, e parlando con gli altri ragazzi e l’insegnante sono uscite le seguenti cose:

Il bullismo si divide in tre forme: diretta, indiretta e verbale. La forma diretta sono le botte, quella indiretta può essere l’intimidazione tramite internet, quella verbale le minacce. Un bullo generalmente ha problemi psicologici, se fa del male viene sospeso anche per più di quindici giorni, mentre una punizione normale non può superarli.
Se un bullo fa del male può anche non essere ammesso agli scrutini finali.
Il 30% dei ragazzi ha subito bullismo, il 34% lo ha commesso, il 52% dei ragazzi ha subito bullismo contro il 48% delle femmine.
Bullismo è quando sei escluso o ti incolpano di cose che non hai commesso.
Con microcriminalità si intende quando si ruba a scuola o si picchia per ottenere dei soldi.
Per farsi aiutare c’è un sito internet
www.smontailbullo.it, il numero verde è : 800669696. Il bull ha sempre un disagio a cui si deve rispondere decisamente.
Non c’è un rapporto tra bullo e la vittima, la scelta non è sempre mirata ma a caso.
Il modo in cui ci vedono le persone è il modo in cui ci pensiamo.

09-05-08
Questa mattina cui siamo ritrovati davanti alla scuola media per poi dirigerci con Paola Fiori al Chiostro di San Domenico. Abbiamo passato un po’ di tempo ad ascoltare un discendente di Moneta, premio Nobel per la Pace italiano, poi abbiamo visto uno spettacolo che trattava la tematica dell’alcool sotto forma di divertimento, un po’ comico.
Dopo siamo andati a scuola a mangiare e finito ci siamo spostati ancora al chiostro di San Domenico. Ci siamo divisi in gruppo di lavoro.

venerdì 18 aprile 2008

Il gemellaggio di Cesano Boscone con Courbevoie e il viaggio a Parigi

In occasione del gemellagio di Cesano Boscone con il comune francese di Courbevoie, il Consiglio Comunale dei Bambini e delle Bambine (CCBB) ha avuto la possibilità di incontrare il Conseil Municipal des Jeunes (CMJ) della città francese. All'interno del viaggio, il CCBB ha visitato la capitale francese e l'Assemblea Nazionale.

martedì 4 marzo 2008

La nuova scuola intelligente e sostenibile di Solaro

La progettazione e lo sviluppo di una nuova scuola elementare "intelligente" nel comune di Solaro è stata un ottimo spunto per far riflettere i bambini e ragazzi sui temi dell'ecosostenibilità, in particolare sulla produzione di anidride carbonica.